Franco Demarchi (1921-2004)

Presentare un breve excursus bibliografico di Franco Demarchi è impresa impossibile per la ricchezza delle esperienze che hanno caratterizzato la sua vita personale e professionale, per il valore della sua produzione scientifica e per la numerosità di iniziative che ha contribuito a far nascere.  

Un tentativo può essere fatto ripercorrendo le direttrici fondamentali della sua esistenza e quindi parlando del Franco Demarchi sacerdote, sociologo ed amico della Cina.  

Come sacerdote inizia la sua esperienza a soli 22 anni, il 10 aprile del 1943 in piena guerra e per quindici anni fa il prete di montagna, prima a Taio, poi a Cavalese, a San Lugano, a Cimone ed infine a Merano. 

Come sociologo è fondamentale per lui la conoscenza del pensiero dello studioso tedesco Max Weber. Dopo la laurea nel 1956 in Scienze politiche in Cattolica con una tesi dal titolo “La tipologia politica di Max Weber” prosegue il suo cammino di studi e riflessioni. Il suo dinamismo intellettuale lo porta a diventare docente universitario a Trento, Milano, Trieste e Gorizia, a fondare la “Scuola di Preparazione Sociale” nel 1957, una scuola diocesana di “scienze sociali” nel 1958, la rivista “Prospettive di efficienza” nel 1961 e l’Associazione Italo – Tedesca di Sociologia nel 1990.  

Come amico della Cina permise a molti di conoscere la Repubblica Popolare Cinese attraverso la fondazione dell’Istituto Culturale italo – cinese, le riviste “Mondo Cinese” e “La Cina illustrata”. Dagli anni 70 in poi, andò in Cina più o meno venti volte mosso dal suo forte interesse di leggere la complessità dei territori di confine e cogliere gli elementi di convivenza per gettare un ponte fra la l’oriente e l’occidente.

 

 

 
 

NEWS Fondazione

Nuove nomine

Nuove nomine

Sono stati nominati, nel corso dell'ultima riunione del Collegio dei Membri Istituzionali, i componenti del Consiglio di amministrazione della Fondazione Franco Demarchi. Come presidente è stato nominato Federico Samaden, designato dalla Provincia autonoma di Trento. Francesca Gennai, indicata dalla Federazione delle Cooperative, è stata nominata vicepresidente.
In qualità di membri del Cda sono stati nominati inoltre Isabella Calvetti, designata dalla Provincia, Sabrina Redolfi, indicata dal Comune di Trento, e Michele Kettmaier, indicato concordemente dai tre soci fondatori, Provincia, Comune di Trento e Federazione delle Cooperative.
La durata in carica è prevista fino al 31 dicembre 2024.

Progetto "Liberi da Dentro" - terza edizione

Progetto "Liberi da Dentro" - terza edizione

“Liberi da Dentro. Verso una giustizia riparativa?” è il titolo della terza edizione del progetto sul mondo carcerario e che tra il 2020 e il 2021 vuole costruire un ponte tra carcere e città e favorire la conoscenza e la riflessione sulle pene e i loro effetti sulle persone e la società. Propone una visione rieducativa della pena e un’idea di giustizia riparativa che alimenti il senso di responsabilità sociale collettiva e costruisca relazioni sicure.

I sabati dell'adozione

I sabati dell'adozione

La Fondazione Franco Demarchi in collaborazione con la Provincia Autonoma di Trento Ufficio Età evolutiva, genitorialità e centro per l’infanzia - settore adozione, anche quest’anno ha organizzato un ciclo di incontri di approfondimento, al momento attraverso l’utilizzo di una piattaforma on-line, sul tema dell'adozione.