Faq certificazione delle competenze Co-manager

   

Cos'è il registro provinciale Co-manager?
È un servizio di conciliazione, promosso dall'Agenzia per la Famiglia della Provincia di Trento e gestito dall'Agenzia del Lavoro, che l’imprenditrice o la libera professionista che desideri essere sostituita, può utilizzare volontariamente. Dalla lista di Co-manager può scegliere la persona che la sostituirà nella propria attività, parzialmente o totalmente, per motivi legati alla gravidanza o alla cura dei figli, per un determinato periodo di tempo. Per il progetto di sostituzione può essere presentata da parte dell'imprenditrice e della libera professionista richiesta di finanziamento all'Agenzia del Lavoro (INTERVENTO 17 IN TANDEM) che si traduce con la concessione di un contributo economico fino a 20 mila euro per coprire il costo di sostituzione.

Per iscriversi al Registro, e quindi essere scelto come Co-manager, è necessario seguire il percorso di certificazione delle competenze gestito dalla Fondazione Franco Demarchi.
 
 
Chi è il Co-manager?
La/il Co-manager pianifica, gestisce e coordina le attività di produzione e commercializzazione dei beni o dei servizi prodotti da organizzazioni lavorative che dispongono di un modello organizzativo semplice e che non prevede livelli intermedi di coordinamento. Esercita il presidio operativo del processo lavorativo di riferimento attraverso l’ottimizzazione delle risorse, la programmazione e l’organizzazione operativa del lavoro, l’implementazione di procedure di miglioramento continuo, il monitoraggio e la valutazione del risultato.
 
 
Perché iscriversi al percorso di certificazione competenza Co-manager?
I percorsi di certificazione delle competenze si fondano sul diritto di ciascuna persona di vedere riconosciute le proprie competenze a prescindere dal contesto in cui esse sono state maturate. Le competenze validabili e poi successivamente certificabili sono tutte quelle che le persone acquisiscono in contesti non solo scolastici, ma anche e soprattutto nei contesti lavorativi e in generale attraverso tutte le proprie esperienze di vita.

Anche nel contesto del progetto Co-Manager questa opportunità pare assai significativa. Molti/e aspiranti Co-Manager hanno maturato competenze sul campo – attraverso il lavoro, la formazione continua, varie attività– spesso assai più ricche di quelle attestate dal possesso di uno specifico titolo di studio. Riconoscere formalmente tali competenze acquisite permette alle persone di valorizzare il proprio patrimonio di professionalità, esercitando la funzione di co-manager con pieno riconoscimento.

I vantaggi a favore degli aspiranti risultano molteplici:

  • Possibilità di iscriversi al registro delle Co-Manager
  • Valorizzazione delle esperienze pregresse
  • Maggiore autostima e consapevolezza
  • Più opportunità professionali
  • Possibilità futura di crediti formativi

 

A chi è rivolto il percorso di certificazione competenza Co-manager?
Il presente percorso è rivolto a donne e uomini motivati, interessati e con esperienza che vogliano ricoprire il ruolo di Co-Manager e che desiderino quindi sostituire imprenditrici o libere professioniste occupate nella cura dei figli di età inferiore ai 13 anni e/o nel periodo della gravidanza.
 
 
Quali sono i requisiti per accedere al percorso di certificazione?
Avere almeno tre anni di esperienza di lavoro autonomo come titolare d’impresa, socio d’impresa, collaboratrice/collaboratore familiare d’impresa, titolare di Partita IVA; oppure almeno 5 anni di esperienza di lavoro come dipendente, co.co.pro, co.co.co, caratterizzati da elevati livelli di autonomia.
 
 
Che cosa si riconosce con il percorso di certificazione?
L’obiettivo principale dell’intervento riguarda l’accoglienza e l’accompagnamento delle o degli aspiranti Co-Manager al fine di identificare e valutare le loro esperienze passate, certificando, attraverso il lavoro di una apposita Commissione Provinciale, la competenza della figura professionale Co-Manager definita come “Curare aspetti organizzativi e gestionali, assumendo comportamenti e strategie funzionali ad un’efficace ed efficiente esecuzione e controllo delle attività”.
 
 
Come funziona? Le fasi

  • Prima fase: l’accoglienza
    Verranno fornite le prime informazioni di base alle/ai potenziali candidati rispetto al funzionamento generale del percorso (tempi e persone a cui rivolgersi), raccolte le domande di iscrizione al registro e di adesione al percorso di certificazione, verificati i requisiti per accedere alla certificazione.
     
  • Seconda fase: l’accompagnamento
    Le persone coinvolte nel progetto - attraverso alcuni incontri in piccolo gruppo e alcuni incontri personalizzati, corredati da un lavoro individuale - avranno occasione di riflettere sulle proprie esperienze biografiche significative, identificando le aree che desiderano validare e certificare. Utilizzando diverse modalità e forme, poi, saranno chiamati a illustrare e documentare le attività individuate, producendo il loro personale Dossier Individuale.
     
  • Terza fase: produzione del Documento di Trasparenza
    Gli esperti della Fondazione Demarchi nell’individuazione e messa in trasparenza delle competenze valutano il Dossier individuale secondo i criteri di coerenza con la competenza Co-manager, significatività delle argomentazioni, completezza della documentazione e producono il Documento di Trasparenza se il Dossier individuale è rispondente ai criteri sopra indicati, per l’accesso alla successiva fase di certificazione.
     
  • Quarta fase: la certificazione
    La certificazione verrà attuata da una commissione composta da un Esperto metodologico di valutazione – Presidente, da un Rappresentante Fondazione Demarchi – Referente documento di trasparenza, da un Esperto di contenuto - Referente professionale, secondo quanto dichiarato dalle Linee guida per la determinazione della commissione di valutazione.

 

Quanto dura?
Le prime tre fasi verranno concluse entro tre mesi dall'avvio. La titolarità della fase di certificazione è della Provincia Autonoma di Trento.
 
 
Quali documenti bisogna presentare?

 

Dove e a chi ci si rivolge per avere informazioni?
Informazioni e modulistica per accedere alla certificazione