Corso per operatore socio sanitario (Oss) - Progettazione e gestione dal 2000 al 2017

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

A partire dall’autunno del 2000, su delibera della Giunta provinciale di Trento n. 1643 del 30/06/2000, e in seguito dell’Accordo Stato/Regioni e Province autonome del 22 febbraio 2001, recepito con Legge n. 1 dell’8/01/2002, recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge n. 402 del 12/11/2001, in materia di disposizioni urgenti in materia di personale sanitario”, viene attivato il corso di formazione per operatore socio-sanitario, quale figura integrata dell’operatore tecnico addetto all’assistenza ota e dell’operatore socio-assistenziale osa.

Si tratta di un profilo professionale nato dall’esigenza di formare, a livello provinciale, personale di assistenza preparato ad operare nei vari servizi di cura ed assistenza, in grado quindi di intervenire sia in ambito sanitario che socio-assitenziale.

 

COMPETENZE DELL'OSS

All’operatore socio-sanitario è richiesta l’acquisizione di un insieme di competenze, cioè la capacità di utilizzare i risultati dell’apprendimento in situazione di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale. Il profilo di competenza individua le seguenti aree:

  • Interventi di assistenza diretta alla persona
  • Interventi di assistenza alla persona di specifico carattere sanitario
  • Interventi di relazione con la persona assistita, la famiglia e l’équipe
  • Interventi di confort, di igiene e di sicurezza nell’intervento sugli ambienti di vita, assistenziali e di cura dell’assistito
  • Interventi di organizzazione, verifica delle proprie attività nell’ambito della pianificazione del lavoro e d’integrazione con altri operatori e servizi

 Il percorso formativo ne persegue il raggiungimento attraverso:

 

SETTORI D'INTERVENTO

L’operatore socio-sanitario svolge la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, nei servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziali o semi-residenziali, in ambiente ospedaliero o a domicilio delle persone da assistere che possono essere anziani, minori, persone con handicap fisico o psichico, in stato di disagio sociale o di emarginazione, persone con problemi di salute in fase acuta, cronica, terminale.

 

PERCORSO FORMATIVO

Il percorso formativo ha una durata complessiva di 1400 ore, ripartite in 700 ore di attività didattica teorica e 700 ore di tirocinio, che prevede esperienze nei servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziale e semi-residenziale e in ambiente ospedaliero, finalizzate al raggiungimento di obiettivi.

Il rapporto relazionale e organizzativo con gli enti di tirocinio permette l’integrazione e l’interscambio tra il mondo della formazione e del lavoro e favorisce il matching tra i bisogni espressi dal mercato del lavoro e le opportunità di formazione.

A conclusione del percorso formativo, lo studente dovrà sostenere una prova teorico-pratica.

 

FREQUENZA E ACCESSO

Il corso prevede l’obbligo della frequenza. Non saranno ammessi alle prove di valutazione finale coloro con un numero di assenze superiore al 10% del monte ore complessivo.

Le modalità d’accesso e di frequenza al Corso Oss si differenziano per gli Osa, gli Ota, per gli Ausiliari e per i cittadini stranieri con titolo di infermiere non riconosciuto.

All’atto dell’ammissione al corso è possibile chiedere il riconoscimento di crediti formativi, mediante la presentazione di una dettagliata documentazione delle attività didattiche svolte e del relativo profitto rilasciata dalla struttura formativa precedentemente frequentata.

Per conoscere modalità e tempi d’iscrizione ed avere ulteriori informazioni è possibile contattare le sedi di svolgimento del Corso Oss.

 

NEWS Formazione

Formazione continua

Formazione continua

Dal 18 luglio sono aperte le iscrizione ai brevi moduli di formazione continua, finalizzati ad aggiornare, rinforzare e acquisire competenze professionali, rivolti agli/alle assistenti familiari.