Corso per educatore nei nidi di infanzia e nei servizi integrativi - 300 ore - Progettazione e gestione anno 2013/2014

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

La Delibera della Giunta Provinciale n. 1781 del 27.08.2012 avente ad oggetto “Legge provinciale 12 marzo 2002, n. 4 e s.m.i. "Nuovo ordinamento dei servizi socio-educativi per la prima infanzia", articolo 8 in materia di requisiti per lo svolgimento dei servizi. Ulteriore modificazione della Delibera della Giunta Provinciale n. 1891 del 01.08.2003, da ultimo modificata con Delibera della Giunta Provinciale n. 2204 del 29.08.2008, inerente l'approvazione dei requisiti strutturali e organizzativi, dei criteri e delle modalità per la realizzazione e per il funzionamento dei servizi, nonché delle procedure per l'iscrizione all'albo provinciale dei soggetti di cui alla lettera b) del comma 1 dell'articolo 7 della Legge Provinciale n. 4 del 12.03.2002”, introduce la possibilità straordinaria di regolarizzare chi lavora nei servizi pubblici di nido d’infanzia con il solo diploma di scuola superiore. A tale personale viene data l’opportunità di conseguire la qualifica professionale di educatore nei nidi d’infanzia e nei servizi integrativi a conclusione di un corso di formazione professionale specificatamente organizzato della durata massima di 300 ore, purchè lo stesso abbia maturato, negli ultimi 4 anni, una significativa esperienza professionale di almeno 22 mesi anche in maniera non continuativa, non computando periodi inferiori ai 3 mesi ovvero ai 90 giorni nei nidi d’infanzia di sistema, ovvero nei nidi aventi titolarità pubblica di cui alla Legge Provinciale n. 4 del 12.03.2002 e s.m.i.

 

Nell’anno 2013/2014 l’Istituto Regionale di Studi e Ricerca Sociale, ora Fondazione Franco Demarchi, su affidamento della Provincia Autonoma di Trento e con il co-finanziamento del Fondo Sociale Europeo, ha gestito il percorso formativo di 300 ore sopracitato al fine del rilascio della qualifica di “Educatore nei nidi d'infanzia e nei servizi integrativi”.

 

FIGURA PROFESSIONALE E COMPETENZE OBIETTIVO

L’educatore d’infanzia ricopre ruoli educativi o di coordinamento nei nidi e nei servizi integrativi al nido, concorrendo con la famiglia alla crescita di bambine e bambini di età compresa tra 3 mesi e 3 anni, nella prospettiva del loro benessere psico-fisico, cognitivo, affettivo e sociale.

 

Il percorso si articola in 300 ore di aula, laboratorio e viaggi di studio, un percorso individuale di supporto formativo e un percorso individuale di formazione individualizzata.

 

Le competenze obiettivo previste dal percorso sono le seguenti.

 

UNITÀ DI COMPETENZA A: COMPETENZA PEDAGOGICO-EDUCATIVA

Rispondere ai bisogni del bambino e della famiglia nel rispetto delle scelte psicopedagogiche adottate dal servizio per garantire il benessere del bambino e il sostegno alla famiglia

 

UNITÀ DI COMPETENZA B: COMPETENZA METODOLOGICA

Collaborare con il gruppo di lavoro nella progettazione di interventi educativi per favorire lo sviluppo del bambino

 

UNITÀ DI COMPETENZA C: COMPETENZA RELAZIONALE

Instaurare relazioni costruttive con i diversi attori presenti nel contesto educativo attraverso le proprie caratteristiche personali per creare un clima facilitante

 

UNITÀ DI COMPETENZA D: COMPETENZA ORGANIZZATIVA

Collaborare al funzionamento dei processi organizzativi, al fine di perseguire gli obiettivi del servizio educativo

 

UNITÀ DI COMPETENZA E: COMPETENZA NORMATIVO-ISTITUZIONALE

Soddisfare i vincoli normativi del sistema dei servizi socio educativi e delle istituzioni presenti sul territorio per sostenere il ruolo sociale del nido

 

METODOLOGIE FORMATIVE

COMPETENZA DI RIFERIMENTO: PEDAGOGICO-EDUCATIVA

Metodologie: lezioni, discussioni modelli teorici, visione video, autocasi, esercitazioni in sottogruppo, simulazioni sui momenti di vita al nido, metodologie che stimolino la riflessività, discussioni in grande gruppo, visite a servizi d'eccellenza, testimonianze di operatori esperti, ricerca d'aula, esercitazioni pratiche

 

COMPETENZA DI RIFERIMENTO: METODOLOGICA

Metodologie: lezioni, esercitazioni in piccoli gruppi, ricerca d'aula, discussioni in grande gruppo, autocasi, esercitazioni pratiche, visione video e fotografie

 

COMPETENZA DI RIFERIMENTO: RELAZIONALE

Metodologie: confronto tra esperienze, metodologie che stimolino la riflessività, approcci autobiografici, discussioni in grande gruppo, esercitazioni in piccoli gruppi o in coppie, lezioni, esercitazioni in piccoli gruppi, esercitazioni psicosociali, coaching di gruppo, utilizzo di feedback, visione di video, esercitazioni pratiche

 

COMPETENZA DI RIFERIMENTO: ORGANIZZATIVA

Metodologie: lezioni, esercitazioni in piccoli gruppi, autocasi, discussioni in grande gruppo, materiale fotografico, esercitazioni pratiche

 

COMPETENZA DI RIFERIMENTO: NORMATIVO-ISTITUZIONALE

Metodologie: lezioni frontali, testimonianze di operatori esperti, discussione in grande gruppo, visite a servizi, esercitazioni a piccoli gruppi

 

ATTIVITÀ INDIVIDUALIZZATE 

IL SUPPORTO ALL’APPRENDIMENTO

Si attiveranno azioni individualizzate per la crescita personale e professionale, parallele e integrate all’attività formativa.

 

Il supporto formativo è stato pensato in questo percorso nell’ottica di supporto e di accompagnamento al cambiamento. La formazione offre occasioni di apprendimento che, se sostenute da consapevolezza, possono modificare i saperi precedenti. Le persone con esperienza professionale apprendono in relazione all’esercizio del proprio ruolo professionale e la formazione può mettere in discussione la percezione del ruolo stesso, dell’identità lavorativa, del proprio rapporto con le attività operative.

 

La modifica delle connessioni logiche secondo cui venivano precedentemente organizzate le rappresentazioni mentali e le concezioni sulla base della propria esperienza, innescano un processo delicato e complesso.

 

Il supporto formativo s’innesta proprio con l’obiettivo di sorreggere gli allievi e stimolare la loro intelligenza emotiva, le risorse interne e gli elementi che emergono in relazione al cambiamento, in quanto le esperienze vissute in ambito formativo hanno carattere di discontinuità con l’esperienza lavorativa. L’azione di supporto offre la possibilità ai partecipanti di attivare un processo di ri-posizionamento professionale.

 

Gli obiettivi specifici saranno:

  • Riflettere sulla discrepanza tra esperienza formativa e realtà lavorativa
  • Stimolare l’intelligenza emotiva in relazione al cambiamento
  • Trovare una collocazione professionale coerente con sé stessi
  • Sostenere la motivazione ad apprendere.

 

LA FORMAZIONE INDIVIDUALIZZATA

Nel percorso è prevista l’attività di formazione individualizzata, orientata nella prima fase ad una verifica individuale delle competenze in ingresso possedute dai corsisti per allineare le conoscenze, le abilità e le competenze già acquisite e per valorizzare le loro esperienze. La formazione individualizzata sarà inoltre utilizzata per sostenere la realizzazione di un project work individuale che potrà essere concordato e sperimentato nelle realtà lavorative di appartenenza. Questa attività darà la possibilità agli allievi di autovalutare le proprie competenze con il supporto di docenti esperti.

 

DESTINATARI

L’intervento è rivolto a 20 persone in età lavorativa in possesso di diploma superiore a indirizzo socio-educativo come da Delibera della Giunta Provinciale n. 1891 del 01.08.2003 e che abbiano maturato un’esperienza professionale di almeno 22 mesi nei nidi di infanzia di sistema come da Delibera della Giunta Provinciale n. 1781 del 27.08.2012.

 

PARTNER DI PROGETTO

Il progetto conta su una rete di partner consolidata nel tempo.

I partner assicurano, a vario titolo:

  • Condivisione delle linee progettuali e delle unità di competenza
  • Progettazione integrata del percorso con la formazione successiva on the job
  • Docenze nelle unità formative, soprattutto da parte dei coordinatori pedagogici dei servizi educativi
  • Accoglienza per le visite di studio, provinciali e nazionali
  • Committenze reali da proporre ai partecipanti come project work formativi.

 

La collaborazione con i partner diventa fondamentale per valutare i cambiamenti che auspichiamo avvengano nelle professionalità dei partecipanti e le loro ricadute nei servizi di appartenenza.

 

CONTATTI

Fondazione Franco Demarchi

Via S. Margherita, 28 – 38122 – Trento

Telefono 0461 273717

Fax 0461 273626

Email info@fdemarchi.it

 

NEWS Formazione

Formazione continua

Formazione continua

Dal 18 luglio sono aperte le iscrizione ai brevi moduli di formazione continua, finalizzati ad aggiornare, rinforzare e acquisire competenze professionali, rivolti agli/alle assistenti familiari.