Corso per educatore nei nidi di infanzia e nei servizi integrativi - 1000 ore (anno 2013/2014) - Progettazione e gestione dal 2001 al 2014

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

In provincia di Trento l'attestato di qualifica di “Educatore nei nidi d'infanzia e nei servizi integrativi” viene rilasciato dalla struttura provinciale competente in materia di formazione professionale. Dall’anno 2001 ad oggi l’Istituto Regionale di Studi e Ricerca Sociale, ora Fondazione Franco Demarchi, su affidamento della Provincia Autonoma di Trento e con il co-finanziamento del Fondo Sociale Europeo, ha gestito con continuità i percorsi formativi della durata di 1000 ore previsti dalla Delibera della Giunta Provinciale n. 1891 di data 01.08.2003.

La delibera di cui sopra sancisce infatti che i requisiti di accesso del personale educativo ai servizi socio-educativi provinciali per la prima infanzia siano un diploma di scuola media superiore nei seguenti indirizzi:

a) Diploma quinquennale rilasciato dal liceo socio-psicopedagogico o titoli equipollenti

b) Diploma quinquennale di tecnico di servizi sociali

c) Diploma quinquennale di assistente di comunità infantile

d) Diploma quinquennale di dirigente di comunità

e) Diploma quinquennale rilasciato dal liceo delle scienze sociali

f) Diploma quinquennale rilasciato dal liceo sociale e della comunicazione

corredato da un corso di formazione professionale di almeno 1000 ore per il conseguimento della qualifica di “Educatore nei nidi d'infanzia e nei servizi integrativi” o di altre qualifiche equipollenti.

 

FIGURA PROFESSIONALE E COMPETENZE OBIETTIVO

L’educatore d’infanzia ricopre ruoli educativi o di coordinamento nei nidi e nei servizi integrativi al nido, concorrendo con la famiglia alla crescita di bambine e bambini di età compresa tra 3 mesi e 3 anni, nella prospettiva del loro benessere psico-fisico, cognitivo, affettivo e sociale.

 

Il percorso si articola in 720 ore di aula, laboratorio e viaggi di studio, 280 ore di tirocinio, un percorso individuale di supporto formativo e un percorso individuale di formazione individualizzata.

 

Le competenze obiettivo previste dal percorso sono le seguenti.

 

UNITÀ DI COMPETENZA A: COMPETENZA PEDAGOGICO-EDUCATIVA

Rispondere ai bisogni del bambino e della famiglia nel rispetto delle scelte psicopedagogiche adottate dal servizio per garantire il benessere del bambino e il sostegno alla famiglia.

 

UNITÀ DI COMPETENZA B: COMPETENZA METODOLOGICA

Collaborare con il gruppo di lavoro nella progettazione di interventi educativi per favorire lo sviluppo del bambino.

 

UNITÀ DI COMPETENZA C: COMPETENZA RELAZIONALE

Instaurare relazioni costruttive con i diversi attori presenti nel contesto educativo attraverso le proprie caratteristiche personali per creare un clima facilitante.

 

UNITÀ DI COMPETENZA D: COMPETENZA ORGANIZZATIVA

Collaborare al funzionamento dei processi organizzativi, al fine di perseguire gli obiettivi del servizio educativo.

 

UNITÀ DI COMPETENZA E: COMPETENZA NORMATIVO-ISTITUZIONALE

Soddisfare i vincoli normativi del sistema dei servizi socio educativi e delle istituzioni presenti sul territorio per sostenere il ruolo sociale del nido.

 

METODOLOGIE FORMATIVE

COMPETENZA DI RIFERIMENTO A: PEDAGOGICO-EDUCATIVA

Metodologie: lezioni, discussioni sui modelli teorici, visione di video, studio di casi, simulazioni sui momenti di vita al nido, esercitazioni in sottogruppo, discussioni in grande gruppo, studio di casi visti in tirocinio, studio di casi visti in tirocinio, laboratori di sperimentazione, laboratori di sperimentazione, simulazioni con manichini pediatrici, testimonianze di operatori esperti.

 

COMPETENZA DI RIFERIMENTO B: METODOLOGICA

Metodologie: lezioni, esercitazioni in piccoli gruppi, studio di casi, discussioni in grande gruppo, studio di casi visti in tirocinio, esercitazioni in sottogruppo, visione di video e fotografie, visite a servizi, discussioni in grande gruppo.

 

COMPETENZA DI RIFERIMENTO C: RELAZIONALE

Metodologie: confronto tra esperienze, metodologie che stimolino la riflessività, approcci autobiografici, discussioni in grande gruppo, esercitazioni in piccoli gruppi o in coppie, lezioni, coaching di gruppo, utilizzo di feedback, studio di casi visti in tirocinio.

 

COMPETENZA DI RIFERIMENTO D: ORGANIZZATIVA

Metodologie: lezioni, esercitazioni in piccoli gruppi, visite a servizi, testimonianze di operatori esperti, discussioni in grande gruppo, visione di materiale fotografico, esercitazioni pratiche, esercitazioni pratiche, simulazione di colloqui di lavoro, utilizzo di feedback.

 

COMPETENZA DI RIFERIMENTO E: NORMATIVO-ISTITUZIONALE

Metodologie: lezioni frontali, testimonianze di operatori esperti, discussione in grande gruppo, testimonianze di operatori esperti, visite a servizi, esercitazioni a piccoli gruppi.

 

ATTIVITÀ INDIVIDUALIZZATE

IL SUPPORTO ALL’APPRENDIMENTO

Nella professione educativa va presidiata l’area delle competenze relazionali. Il supporto formativo è pensato per raggiungere una maggior consapevolezza di sé e per analizzare i propri vissuti in relazione al ruolo professionale. Se le competenze tecniche trovano nell’apprendimento di gruppo una collocazione ideale, per le competenze legate al ruolo professionale sono necessarie azioni di consulenza al ruolo individualizzata.

L’obiettivo generale è di osservare le attività professionali con uno sguardo di metaprospettiva e di riflessione sulla quotidianità del lavoro, promuovendo l’apprendimento derivato dalla pratica del tirocinio.

 

Gli obiettivi specifici:

  • Distinguere la biografia personale dal ruolo professionale
  • Collocare l’immagine di sé all’interno del ruolo
  • Comprendere le modalità relazionali attivate con adulti e bambini
  • Riflettere sulla discrepanza tra aspettative e realtà rispetto al tirocinio.

 

LA FORMAZIONE INDIVIDUALIZZATA

Nel percorso è prevista l’attività di formazione individualizzata, orientata all’approfondimento di contenuti teorici a seconda della necessità singola del partecipante per agevolare il processo di apprendimento nel partecipante. Lo strumento attraverso cui verrà condotta saranno colloqui individuali con rapporto one to one con i docenti di diverse unità formative. Gli approfondimenti potranno essere relativi ai contenuti teorici o a risorse e criticità dell’allievo nel percorso. La formazione individualizzata servirà anche al tutor d’aula per condurre colloqui individuali e dare agli allievi feedback sulle osservazioni emerse negli incontri di coordinamento.

 

VIAGGI DI STUDIO

Ad inizio corso, per capire quali sono i contesti di riferimento, vengono effettuate 18 ore di visite in provincia per conoscere nidi di grandi e piccole dimensioni, nidi di vecchia e nuova concezione architettonica e per conoscere le principali tipologie di servizi integrativi.

A metà percorso, per confrontarsi con modelli di eccellenza dal punto di vista pedagogico e sociale, vengono effettuate 12 ore di visite nei nidi e nelle Aree Bambini del Comune di Pistoia.

Verso la fine del percorso, per conoscere modelli culturalmente e pedagogicamente diversi, vengono effettuate 12 ore di visite presso servizi per la prima infanzia esteri (Barcellona e San Cugat – Spagna; Berlino, Amburgo e Monaco – Germania; Stoccolma e Norrkoping – Svezia; Copenaghen – Danimarca; Budapest - Ungheria)

 

DESTINATARI

L’intervento è rivolto a 20 persone in età lavorativa in possesso di diploma superiore a indirizzo socio-educativo come da Delibera della Giunta Provinciale n.1891 del 01.08.2003.

 

PARTNER DI PROGETTO

Il progetto conta su una rete di partner consolidata nel tempo.

I partner assicurano, a vario titolo:

  • La costruzione sinergica delle unità di competenza
  • Le docenze soprattutto da parte dei coordinatori pedagogici dei servizi
  • L’accoglienza di tirocini
  • La possibilità di visitare servizi educativi di eccellenza
  • La valutazione dei risultati del progetto in termini di impatto sociale
  • L’agevole transizione tra formazione e lavoro.

 
 

NEWS Formazione

Formazione continua

Formazione continua

Dal 18 luglio sono aperte le iscrizione ai brevi moduli di formazione continua, finalizzati ad aggiornare, rinforzare e acquisire competenze professionali, rivolti agli/alle assistenti familiari.