Mission

La Fondazione ha lo scopo di promuovere e realizzare, in forma diretta o indiretta, la formazione e la ricerca in ambito sociale, educativo e culturale a beneficio delle comunità locali e del loro sviluppo nonché a supporto delle competenze di operatori e di cittadini; la Fondazione inoltre persegue interessi di carattere generale e di pubblica utilità.

Presso la Fondazione le attività di formazione e ricerca sono opportunamente integrate affinché la formazione sia costantemente arricchita dai risultati della ricerca e, a sua volta, la ricerca possa essere stimolata ed arricchita dalle relazioni con i territori e con le comunità di pratiche attivate dalla formazione.

La Fondazione è luogo di incontro, confronto, riflessione, innovazione e verifica, aperto a tutti i soggetti coinvolti nella rete sociale, educativa e culturale: istituzioni, privato sociale, soggetti del volontariato, cittadini, famiglie. In ambito sociale, educativo e culturale, la Fondazione realizza, in particolare, attività e progetti di:

  • Formazione continua, educazione e formazione permanente
  • Formazione professionale e alta formazione professionale riferite a profili inerenti l\'ambito dei servizi nei campi sociale, socio-sanitario, sanitario-educativo e socio-educativo
  • Ricerca finalizzata, privilegiando la ricerca-azione
  • Supporto alla sperimentazione di interventi e servizi
  • Documentazione, informazione e divulgazione
  • Consulenza

 

La Fondazione può, inoltre:

  • Collaborare con le università degli studi nell\'ambito di corsi di laurea per figure professionali sociali o di corsi universitari post-laurea che prevedano il rilascio di titoli universitari
  • Collaborare con enti di ricerca e formazione per lo svolgimento di attività formative, di ricerca e di consulenza negli ambiti sociale, socio-sanitario, sanitario, educativo e socio-educativo
  • Sviluppare attività editoriali, conferenze e convegni
  • Gestire sistemi di accreditamento di servizi sociali e socio-sanitari

 

La Fondazione può partecipare, per l'attività pertinente, al sistema provinciale della ricerca e dell'innovazione definito dalla legge provinciale 2 agosto 2005, n. 14 (legge provinciale sulla ricerca).
 
 

NEWS Fondazione

Mostra interattiva

Mostra interattiva

A partire dal 18 novembre a Terzolas, Cles e Rovereto si potrà partecipare alla mostra interattiva "In fuga dalla Siria", un gioco di ruolo che costringe in visitatori ad agire e prendere decisioni mettendosi nei panni di chi è costretto a lasciare i l proprio Paese nel caso di un conflitto bellico. 
Inserita nell'ambito del progetto europeo PlurAlps la mostra è organizzata da Quilombo Trentino, in collaborazione a Fondazione Franco Demarchi e altre realtà territoriali.

Festival della Famiglia

Festival della Famiglia

Nell'ambito della settima edizione del Festival della Famiglia, che quest'anno affronterà il tema “Qualità della vita e competitività territoriale: uno sguardo internazionale - Se cresce il benessere famigliare crescono la società, l’economia, il territorio”, la Fondazione Franco Demarchi propone il 5 dicembre presso la propria sede, l'incontro "GIOVANI ATTIVATORI DI UNA COMUNITÀ ACCOGLIENTE: L’ESEMPIO DEL PROGETTO PLURALPS".  

Collaborazioni

Collaborazioni

La Fondazione collabora con Gruppo Prospettive interdisciplinari e Metis Africa ONLUS nel percorso di ricerca-formazione, organizzato dalla Servizio Politiche Sociali della Provincia Autonoma di Trento e rivolto alle assistenti sociali, agli operatori di strutture per minori e di accoglienza, ai professionisti dell’ambito sanitario e giuridico operanti sul territorio provinciale.

Percorsi tra nascita e lavoro

Percorsi tra nascita e lavoro

Dal 6 ottobre a Trento e dal 3 novembre a Rovereto partirà l'iniziativa "PERCORSI tra NASCITA e LAVORO": un incontro per riflettere e dialogare sulle difficoltà che donne e uomini incontrano nel mondo del lavoro quando stanno per diventare genitori o lo sono da poco, organizzata dall'Azienda Sanitaria per i Servizi Sanitari, la Consigliera di parità della Provincia Autonoma di Trento, in collaborazione con la Fondazione Franco Demarchi.

Le competenze manageriali delle donne

Le competenze manageriali delle donne

È partito il progetto WOMANagement, realizzato con il contributo dell’Agenzia del Lavoro di Trento, la Fondazione Demarchi e l’Associazione Donne in Cooperazione, che prevede l’accompagnamento di un gruppo di donne cooperatrici nel percorso di riconoscimento delle proprie competenze manageriali, con l’obiettivo di liberarsi dagli stereotipi e valorizzare il proprio patrimonio di professionalità nei confronti di sé stesse e delle organizzazioni di appartenenza.

Servizio per la certificazione delle competenze

Servizio per la certificazione delle competenze

In relazione all'accreditamento per l’erogazione dei servizi di validazione e certificazione delle competenze, la Fondazione Franco Demarchi in quanto ente titolato può offrire attività di accesso al servizio, identificazione, valutazione e attestazione delle competenze.

LA FONDAZIONE FRANCO DEMARCHI A EDUCA 2018

LA FONDAZIONE FRANCO DEMARCHI A EDUCA 2018

Nell'ambito di Educa, centrata in questa edizione sulla responsabilità e sullo spirito critico nel tempo delle tecnologie, la Fondazione Franco Demarchi si è fatta promotrice dell’incontro “Eterni bambini digitali”, in cui sono intervenuti il media educator Michele Marangi e il professore di pedagogia Sergio Tramma. In un confronto guidato da Valentina Chizzola, ricercatrice e formatrice della Fondazione Demarchi, si è parlato di come le nuove tecnologie, nelle relazione e nell'utilizzo dell’immagine, sembrano minacciare le dimensioni tradizionali dell’essere adulti: senso critico, consapevolezza, mancanza di responsabilità, scarsa percezione del limite.

Incontro internazionale Arco Alpino 2018

Incontro internazionale Arco Alpino 2018

Il 9 e il 10 febbraio alla Fondazione Franco Demarchi si è svolta la terza edizione dell’Incontro Internazionale “Highlanders! - Popolamenti e spopolamenti nell’Arco Alpino”: due mezze giornate di lavoro rivolte a esperti, decisori e operatori, per un confronto sui mutamenti demografici nei territori alpini, con un’attenzione ai nuovi modelli di migrazione. Oltre alle relazioni scientifiche, interventi istituzionali, testimonianze e workshop tematici, al palazzo delle Albere si è svolta la serata culturale “Montagne di esperienze”, dove sono intervenuti lo scrittore e documentarista Folco Terzani, la pastora etiope Agitu Idea Gudeta e l’operatrice turistica e culturale de Il Masetto di Terragnolo Giulia Mirandola.