Servizio Civile

L’accreditamento degli enti di servizio civile nazionale ha lo scopo di assicurare le condizioni perché l’impiego dei volontari sia efficace, in termini di utilità per la collettività ed efficiente in rapporto alle risorse pubbliche impiegate; si vuole altresì garantire che la proposta rivolta ai giovani sia chiaramente definita e comunicata in modo trasparente, e che l’esperienza di servizio civile costituisca effettivamente un momento di crescita personale e di miglioramento delle capacità dei giovani. L’accreditamento consiste perciò nell'accertamento del possesso dei requisiti strutturali e organizzativi adeguati e delle competenze e risorse specificamente destinate al servizio civile nazionale richiesti agli enti, nonché nell'accertamento del mantenimento nel tempo dei predetti requisiti.

 
Ai fini dell'accreditamento gli enti sono tenuti a dimostrare i requisiti richiesti dall'art. 3 della legge n. 64 del 2001, e cioè:

  • assenza di scopo di lucro;
  • capacità organizzativa e possibilità di impiego in rapporto al servizio civile nazionale;
  • corrispondenza tra fini istituzionali e finalità previste dall’art. 1 della stessa legge n. 64;
  • svolgimento di un’attività continuativa da almeno tre anni.

 

Ulteriori condizioni per l’accreditamento sono rappresentate:

  • dall’ubicazione della sede legale dell’ente titolare dell’accreditamento nell’ambito del territorio dello Stato italiano;
  • dalla sottoscrizione, da parte del responsabile legale di ogni ente che intenda entrare nel servizio civile, di una “Carta di impegno etico del servizio civile nazionale", per ribadire che l’intero sistema partecipa della stessa cultura del servizio civile nazionale, senza interpretazioni particolari, riduttive o devianti.

 

La normativa di riferimento e la modulistica necessaria sono riconducibili alla Circolare del 23 settembre 2013 concernente le Norme sull'accreditamento degli enti di servizio civile nazionale.

 
Servizio Civile Provinciale

Servizio Civile Nazionale

 
 

NEWS Fondazione

Festival dell'Economia

Festival dell'Economia

Per il Festival dell’Economia alla Fondazione Franco Demarchi si è svolto un confronto per mettere in luce nuove prospettive di un’economia emergente, solidale, sostenibile ed ecologica che potrebbero aiutare a riportare al centro un’economia territoriale di valore. In merito sono intervenuti Paolo Cacciari, esperto di economia solidale, autore di "101 piccole rivoluzioni - Storie di economia solidale e buone pratiche dal basso", Daniel Tarozzi, giornalista e fondatore dell’"Italia che cambia", e Pietro Valenti, consulente che opera in Asia nel settore tessile. Tanti gli spunti di riflessione emersi dai relatore che, pur con diversi approcci, concordano nel dire che il contributo dei cittadini in termini di sostenibilità consiste nel consumare meno. 

La Fondazione al Festival dell'Economia 2019

La Fondazione al Festival dell'Economia 2019

La Fondazione Franco Demarchi dal 31 maggio al 2 giugno 2019, nell'ambito del Festival dell'Economia, centrato quest'anno sul tema “Globalizzazione, nazionalismo e rappresentanza”, anche quest'anno è stata presente in piazza Santa Maria Maggiore con "RE-PLAY … una piazza che cresce - prospettive di generatività per un welfare sostenibile".
25 realtà territoriali trentine hanno animato la piazza con alcune narrazioni di un sociale attivo, territoriale, sostenibile, solidale e generativo.

Materiali sulla certificazione delle competenze

Materiali sulla certificazione delle competenze

È possibile visualizzare e/o scaricare i materiali dell'intervento di Daniela Baldini, collaboratrice dell'Istituto Italiano di Valutazione per l'area Validazione degli Apprendimenti, relativo all'evento organizzato al termine del progetto “WOMANagement: valorizzare le competenze manageriali delle donne cooperatrici”, realizzato con il contributo dell’Agenzia del Lavoro di Trento, la Fondazione Demarchi e l’Associazione Donne in Cooperazione

Percorso per caregiver

Percorso per caregiver

"CuraInsieme" è il nome dell'iniziativa, che prenderà il via nel mese di maggio, rivolta a tutte le persone interessate e, in special modo, ai familiari che assistono un proprio caro non autosufficiente.
Strutturato su più edizioni questo percorso, nella sua prima fase, prevede due serate informative e di sensibilizzazione programmate su tutto il territorio provinciale.
Entro l'anno sarà avviata la seconda fase che prevede la sperimentazione, nella Comunità della Vallagarina, di un percorso più strutturato per familiari che prestano assistenza.

Esiti selezione

Esiti selezione

Esiti selezione comparativa volta a individuare le professionalità con le competenze necessarie allo svolgimento della formazione negli ambiti connessi alle tematiche relative i percorsi formativi integrati rivolti a operatori coinvolti nel progetto di attuazione della misura nazionale.

BANDO WELFARE GENERATIVO

BANDO WELFARE GENERATIVO

C'è tempo fino al 6 settembre 2019 per partecipare al terzo bando per progetti di welfare generativo, programmati e realizzati con logiche di comunità.
Entro il 10 maggio 2019 è possibile presentare le idee progettuali, mentre per la presentazione dei progetti c'è tempo fino al 6 settembre 2019.
La compilazione del bando è possibile solo online accedendo al sito della Fondazione Caritro 

Monitoraggio e valutazione

Monitoraggio e valutazione

È in fase di attuazione il progetto educativo #sPOSTATI, di cui la Fondazione Franco Demarchi si occupa del monitoraggio e la valutazione di impatto.