Recital sul carcere

Recital sul carcere

A conclusione del percorso culturale "Punire, rieducare, riparare?", organizzato nell'ambito del progetto sul carcere “Liberi Da Dentro”, venerdì 4 maggio, alle ore 20.30 presso la sede della Fondazione Demarchi, sarà proposto il recital “Dalla viva voce. Storie dal carcere”, per voce narrante, pianoforte e video a cura dell’Associazione Quadrivium.

Costruito sulla convinzione che “la persona è diversa dal suo reato”, questo recital rappresenta l’espressione di alcuni frammenti di storie personali scritte da detenuti della Casa Circondariale di Trento, che ha hanno trovato la voglia e il coraggio di condividere il difficile racconto della loro vita.
Amedeo Savoia, insegnante che da anni lavora anche in carcere, ha raccolto alcuni frammenti di storie personali scritte da detenuti della Casa Circondariale di Trento e li ha affiancati ad articoli contemporanei di cronaca nera, ai relativi commenti dei lettori online e a riflessioni sulle carceri di personalità del passato, risalendo fino a Cesare Beccaria.
Il confronto fra le emozioni e le riflessioni che queste voci suscitano, intende condurre lo spettatore a una più consapevole considerazione della funzione rieducativa che la Costituzione italiana attribuisce alla sanzione penale.

Il progetto "Liberi Da Dentro", sostenuto dalla Fondazione Caritro, ha come promotori: Scuola di Preparazione Sociale, Fondazione Franco Demarchi, Associazione “Dalla Viva Voce”, Associazione Quadrivium, Comune di Trento, Comune di Lavis, Comune di Riva del Garda, Rivista UnderTrenta, Sistema Bibliotecario Trentino, Museo DiocesanoCooperativa ABCittàCinformiAPASATAS, Conferenza regionale volontariato carcere Trentino Alto Adige, con il patrocinio della Provincia autonoma di Trento.